Campionato Brasile

Homepage

Regole

faq

Contattaci

Registrati

Mer 24 Apr

clicca per mostrare scadenze 6 scadenze...

Gio 25 Apr

 8 scadenze...

Ven 26 Apr

 13 scadenze...

Sab 27 Apr

 19 scadenze...

Dom 28 Apr

 7 scadenze...

Lun 29 Apr

 3 scadenze...

BAR FANTASPORTAL Figo taus 24/04 20:19 Bollettini: 0
Atletica - Diamond League: le news

Reggae e cianfotto in fuga

PDF

garkal - 20/07/10, 10:09

Ma il vantaggio sul resto del gruppo è risicato e dietro i corridori più forti continuano a darsi regolarmente i cambi, anche perchè sanno che i due davanti sono forti e non possono permettersi di dare loro un vantaggio troppo elevato.

Non parliamo ovviamente del tour de France (dove si vincono le tappe con Menchov ottavo, mentre io al giro non ho vinto con Belletti e Goss) ma della Diamond League, che dopo i tre meeting di Gateshead, Losanna e Parigi ha superato il giro di boa e alla quale mancano all'appello "solo" i meeting di Monaco (dopodomani), Stoccolma, il minimondiale di Londra, Zurigo e le finali di Bruxelles; ma parlando dei 3 meeting recentemente disputatisi, dobbiamo parlare dello splendido assolo di reggae, il quale, sente il bisogno di fregiarsi di qualcosa, davanti agli amici che incontrerà al fantaritrovo di settembre e fa una marea di punti. Prima di Losanna aveva esattamente i miei punti (94) adesso ne ha dopo 3 meeting 185 dopo aver fatto 23 punti a Losanna, 57 a Gateshead e 34 a Parigi. Che sia la volta buona che il simpatico utente lombardo riesca a vincere qualcosa?

Il suo più immediato inseguitore resta cianfa88 per gli amici cianfotto, che secondo era prima di questi 3 meeting e secondo resta. Il compare sente il suo fiato sul collo, fiato in cui il panforte ha la sua notevole percentuale di rilevanza. Dietro loro, altre vecchie volpi come Theone, fabio e clash restano in agguato. Ricordiamo che nell'occasione delle finali di Bruxelles le scelte saranno libere e i punti raddoppiati per i 35 che si qualificheranno.

Tralasciando la fantatletica e parlando di fantatletica sono due i risultati che rubano l'occhio: il 12.89 di Oliver nei 110 ostacoli a Parigi (a due centesimi dal mondiale di Robles, che prima o poi arriva) e soprattutto l'1:41.52 di Rudisha negli 800 a Zolder in un meeting extra-diamondleague, dove il keniano è partita addirittura ai 500 metri. Niente, mi dispiace di non avere il tempo di parlare di altre prestazioni (come i mondiali stagionali di Cheruiyot e Alminova nei 5000 e nei 1500 a Parigi) ma il tempo è tiranno. Ricordiamo Montecarlo dopodomani, poi gli europei di Barcellona.

 

Vai alla homepage del gioco

Tutte le news (60)